In lavorazione

Film storico sulla storia, le vicende e gli uomini dell’Ospedale di guerra della Repubblica di San Marino. Trattamento scritto da Alberto Zancolò. Idea e progetto di Philippe Macina Una produzione Cinephil San Marino Distribuzione Trasmetto.it

Film di Philippe MACINA Sceneggiatura di Alberto ZANCOLÒ e Philippe MACINA tratto dal libro omonimo di Giuseppe MARZI Una produzione Cinephil San Marino Distribuzione Trasmetto.it Davanti a una grande villa illuminata un crocicchio di ragazzi parlotta animatamente, la tarda estate del ’43 è calda, dal giardino della casa provengono risate e musica, davanti alla porta il gruppetto ridacchia e si passa un paio di sigarette. Glauco, faccia furba, mascella quadrata fa la conta, Eugenio che ha la faccia da bambino sormontata da due occhialetti tondi e Ferruccio con la giacca troppo grande si guardano la punta delle scarpe e si controllano i vestiti mentre Adriano lancia sguardi verso la strada poco illuminata. Cesare sbuca sorridente dalla strada con un paio di bottiglie nelle mani, accolto da fischi e sberleffi. I ragazzi si ritrovano in breve nel giardino della villa, illuminata a festa, una orchestrina suona mentre camerieri portano bottiglie ai tavoli. La serata passa veloce, tra qualche bicchiere, a far bisboccia ed a avvicinare ragazze. A tarda notte la compagnia si trascina per le strade, ridacchiando e cantando, finchè non si accorgono delle luci lontane, sulla costa. E’ un bombardamento, i visi sono illuminati dagli scoppi. Tra loro scende un pesante silenzio. Nella primavera del ’43 oltre 70.000 erano i rifugiati nella piccola Repubblica di San Marino, a soli 20 km da Rimini, una delle città più colpite della seconda guerra mondiale, e nel mezzo della linea Gotica. Formalmente neutrale, divenuto porto sicuro per chi doveva scappare dalla guerra.

L’Harpastum, era un gioco duro e violento con la palla, giocato nella Roma antica. Usato anche come forma di allenamento alla guerra, forgiava legionari pronti a tutto.

Progetto attualmente in lavorazione e prossimamente al cinema.